Turismo Cantiano


Comune di
Cantiano

TERRITORIO: BOSCO DI TECCHIE
 
Al giorno d'oggi poche sono le aree boschive rimaste realmente intatte; Tecchie è una di queste. Questo bosco appare come un grande orto botanico naturale, vivo e vegeto, con piante grandi e piccole, giovani, vecchie o morte; vi convivono faggi secolari e piante effimere, muschi millimetrici e giganteschi cerri alti oltre trenta metri. Il tutto in una complessa ed elegante armonia.
In questi prati è possibile osservare molte specie appartenenti alla famiglia delle orchidee. Quasi tutti i sentieri attraversano piccoli fossi, mentre il punto più basso del Parco è segnato dal torrente principale che scorre vigoroso: l'acqua è il simbolo della vita e permea del suo odore la roccia, il muschio e l'erba; a tarda primavera, dalle uova deposte in acqua dagli anfibi, si sviluppano e fuoriescono i girini.

Qui è possibile incontrare la rara salamandrina dagli occhiali (Salamandrina terdigitata] e la caratteristica salamandra pezzata (Salamandra salamandra]


 

 

Il bosco di Tecchie è famoso e frequentato soprattutto anche per le numerose specie di funghi che vi crescono, tra i quali ricordiamo i ricercati porcini (Boletus aestivaiis); da sottolineare anche la presenza di uno strano fungo a forma di orecchio, VHirneola auricola.
A livello faunistico sono presenti specie predatrici come la volpe, la faina, la donnola, la poiana, il gheppio, l'allocco, il barbagianni, il gatto selvatico e il lupo, specie che stanno ad indicare la presenza di una buona disponibilità di prede quali: lepri, scoiattoli, ghiri, moscardini, topi selvaticie arvicole.
Rilevante è la presenza dei picchi, dovuta all'abbondanza di alberi maturi e piante secche, ed in particolare del picchio verde [Picus viridis] che è possibile vedere volare veloce sotto la compatta volta arborea della cerreta, oppure sentire nel suo tambureggiare sugli alberi morti.

 


 

II Parco Naturale del Bosco di Tecchie è stato istituito con delibera comunale del Comune di Cantiano n° 81 del 22 maggio 1986 dopo una lunga battaglia che ha visto protagonisti oltre al Comune, le principali Associazioni Naturalistiche presenti nel territorio, la Comunità Montana del Catria e Nerone, la Provincia di Pesaro Urbino. Al Comune si riconosce il merito di aver portato avanti un ambizioso progetto, sia dal punto di vista culturale, che scientifico e naturalistico.
Vi sono quattro sentieri principali: il "sentiero del Cerro", Il "sentiero del Faggio" Il "sentiero delle biodiversità" Il "sentiero didattico"
Quest'ultimo sentiero, molto facile si presta particolarmente per essere seguito da gruppi di scolaresche.


 
Turismo Cantiano

Comune di Cantiano - Uff. Turismo e Cultura - Piazza Luceoli,3 - 61044 CANTIANO (PU) - TEL.0721789936-0721789911 (centralino) - ufficioturismo@comune.cantiano.pu.it